Il Borgo

Palazzo Comunale ed Antiquarium

Frutto dell’accorpamento di più edifici di epoca medievale, il palazzo acquistato dal nobile Ippolito Altoviti tramite la prima moglie Porzia Cialli fu ricostruito a partire dal 1567. Una seconda fase di lavori si ha tra il 1576 e il 1579 e nel 1593 è nuovamente ampliato dalla seconda moglie Flaminia Laudati.

L’aspetto attuale è il risultato di un restauro avvenuto a seguito dei danni subiti durante la Seconda Guerra Mondiale. Nell’androne, nel cortile e nel portico è ospitato l’Antiquarium che conserva una raccolta di frammenti scultorei, epigrafici e decorazioni architettoniche di età romana e medievale. Tra gli altri è degno di nota il grande sarcofago strigilato in marmo, databile al III secolo d.C., attualmente usato come fontana. Sopra di esso campeggiano lo stemma della città e la lastra che ricorda lo status di Colonia Latina di Sutri nel IV sec. a.C. A sinistra della fontana è esposto lo stemma in peperino di papa Urbano VIII Barberini, unica testimonianza della Porta Romana posta ad est del nucleo storico e oggi non più esistente.






Chiamaci

0761 609380

Vieni a trovarci

Piazza del Comune, 01015 – Sutri (VT)