Mitreo, Chiesa Madonna del Parto

Qui si congiunge lo spirito delle civiltà e degli uomini e s’incontra l’Assoluto, oltre il tempo. Dapprima sepolcreto etrusco, poi luogo dedicato al culto dei misteri di Mitra e infine chiesa cristiana, il mitreo è un monumento unico nel suo genere, capace di esprimere pienamente la via del sacro. La piccola chiesa rupestre, scavata in una rupe di tufo, sorge sulle vestigia di un mitreo del III secolo d.C. La struttura, nel corso dei secoli, ha mantenuto intatte alcune caratteristiche del culto mitraico, tra cui una navata principale coperta da una volta a botte fortemente ribassata e una nicchia in cui avrebbe dovuto essere alloggiato il bassorilievo rappresentante Mitra che sacrifica il Toro Cosmico. Trasformato, in antichità, in chiesa cristiana,  il mitreo venne dedicato a San Michele Arcangelo, a cui è riservato l’affresco  più significativo dell’ipogeo, e successivamente venne consacrato al culto della Vergine, assumendo il nome definitivo di chiesa di Santa Maria del Parto. Gli antichissimi affreschi di immagini sacre che caratterizzano le pareti e le colonne amplificano la meraviglia di questo luogo.