Piazza del Comune 

Antichissimo simbolo della città, l’Efebo di Sutri è una statua in bronzo, alta 78 centimetri, del I secolo d.C., ritrovata nel 1912 da due contadini sutrini. La statua rappresenta una figura maschile giovanile nuda ed in posizione eretta, con il braccio destro sul capo e il  sinistro piegato in modo da portare ad altezza del volto un oggetto oggi mancante - forse uno specchio -

 

All’interno di questo spazio, il cui aspetto attuale  è il risultato di un restauro avvenuto a seguito dei danni subiti durante la Seconda guerra mondiale, convivono gli strati di storia che hanno animato la città. Incasellati sulle pareti, infatti, si potranno ammirare marmi, travertini con iscrizioni romane, pietre medioevali e stemmi di nobiltà. È anche presente un sarcofago di epoca romana utilizzato come fontana.