La Necropoli

La necropoli urbana di Sutri costituisce uno degli esempi più consistenti di tombe rupestri di età romana nell'ambito del territorio etrusco-falisco. 64 tombe, scavate nella parete di tufo, si affacciano sulla via Cassia per 180 metri e sono situate a diversi livelli. Si possono ancora riconoscere, infatti, tombe a una camera, a doppia camera, tombe precedute da ingresso ad arco, nicchie rettangolari, con o senza incasso per cinerari ed arcosoli. Saccheggiate a partire dal medioevo, è difficile poter stabilire con certezza la loro datazione esatta, specie a causa delle modifiche attuate nei secoli al loro aspetto originario. Ciò che oggi si può osservare ha permesso agli storici di affermare che la necropoli sia stata in uso dal I sec. a. C. fino al III-IV sec. d. C.